Home
IL COMUNE
Storia
Amministrazione
Ambiente
 
RASSEGNA STAMPA
In Vetrina
 
AREA INTERATTIVA
FORUM
 
IDEE PER IL PAESE
Foto MOSAICO
Dillo al Sindaco
Guide e Tutorial
Segnala
telemodena
link del paese

Utenti connessi: 462
redazione Senzafiltro

Associazione
di Promozione Sociale
CF 94134590366

_sono le ore
 

COMUNICATO STAMPA 1 2 3 4 5

CARTIERA.


OGGETTO: L’AMMINISTRAZIONE COMUNALE È VICINA AI LAVORATORI DELLA CARTIERA E SI IMPEGNERÀ IN TUTTI I MODI  PER ARRIVARE AD UNA SOLUZIONE CHE DIFENDA I LORO DIRITTI

SAN CESARIO – L’Amministrazione comunale prende atto con rammarico della decisione presa dai vertici del gruppo Masotina, riguardante la chiusura della cartiera di San Cesario e si schiera al fianco dei lavoratori in questo momento di difficoltà e incertezza sul proprio futuro. A parlare a nome dell’intero gruppo dirigente locale è il Sindaco Valerio Zanni che fa capire chiaramente come la questione stia a cuore alla giunta e promette di mettere in campo tutte le energie possibili per tutelare i contratti dei dipendenti:

«Da molti anni ormai le industrie cartarie sono in difficoltà e negli ultimi tempi molte di quelle presenti nel territorio modenese hanno cessato la loro attività. Come Amministrazione cercheremo ora di attivarci in tutte le maniere possibili per scongiurare la chiusura di uno dei siti produttivi che hanno simboleggiato la storia del paese, rappresentando per molti anni il motore più importante per l’economia sancesarese, offrendo molte opportunità di lavoro e di crescita economica per tante famiglie. Il nostro auspicio è che si apra un confronto serio tra proprietà e sindacati di categoria e che questo possa portare alla revisione della decisione presa ieri».

A questo proposito il primo cittadino afferma: «Posso assicurare che l’Amministrazione lavorerà per cercare di essere parte attiva nelle trattative che dovranno sforzarsi di individuare sbocchi e alternative al fine di salvaguardare i 50 posti di lavoro attualmente garantiti dalla cartiera. Soluzioni che potrebbero andare dalla vendita dell’azienda ad eventuali acquirenti interessati o quantomeno portare all’utilizzo degli ammortizzatori sociali adeguati, incentivati dall’azienda stessa. Il tutto al fine di fare in modo che la decisione presa dai vertici del gruppo Masotina incida il meno possibile sui lavoratori e sulle loro famiglie».

Zanni passa poi a considerazioni di carattere più generale, e ricorda le vicende degli ultimi anni, legate in particolar modo all’ubicazione dell’impianto produttivo:

«È anche vero che lo sviluppo urbanistico di San Cesario nel corso dei decenni ha finito per inglobare la cartiera nel centro abitato del paese, facendo insorgere inevitabilmente dei disagi per i cittadini, come rumori o traffico pesante, insieme a questioni di ordine ambientale. In questo momento – sottolinea Zanni – vorrei ricordare che qualcuno ha cavalcato non senza strumentalizzazioni tali problematiche portandole all’esasperazione. All’interno di un simile contesto va letta la decisione di apportare una variante al piano regolatore e di rendere edificabile il terreno su cui sorge la cartiera, assunta dal Comune nel 2004. La volontà degli amministratori di allora, così come la nostra, è sempre stata quella di arrivare ad una delocalizzazione della cartiera, individuando  nell’area industriale della Graziosa una soluzione possibile per il trasferimento dell’impianto. Il nostro intento non era e non è certo quello di spingere la proprietà a interrompere la produzione. La variante al Prg – conclude il Sindaco – voleva essere dunque un incentivo per l’azienda a trasferire la sede di pochi chilometri, non un invito a chiudere».

«


Il responsabile dell’ufficio stampa
Simone Martarello
e-mail: s.martarello@gmail.com

[15 Gennaio 2007]


redazione Senzafiltro email: senzafiltro@sancesario41018.it - scrivi segnala e la redazione Senzafiltro pubblicherà il tuo articolo