Home
IL COMUNE
Storia
Amministrazione
Ambiente
 
RASSEGNA STAMPA
In Vetrina
 
AREA INTERATTIVA
FORUM
 
IDEE PER IL PAESE
Foto MOSAICO
Dillo al Sindaco
Guide e Tutorial
Segnala
telemodena
link del paese

Utenti connessi: 22
redazione Senzafiltro

Associazione
di Promozione Sociale
CF 94134590366

_sono le ore
 

Bilancio di previsione 2006

Investimenti e servizi sociali


Investimenti in opere pubbliche, mantenimento della qualità dei servizi sociali, attenzione all'ambiente, no aumento pressione fiscale

SAN CESARIO SUL PANARO (MO, 3 dic. 2006) – Investimenti in opere pubbliche, mantenimento della qualità dei servizi sociali, attenzione particolare all'ambiente, nessun aumento della pressione fiscale. Queste le linee guida del bilancio preventivo relativo all'anno 2006, che l'amministrazione comunale ha presentato in questi giorni ai cittadini.

«Nonostante la disastrosa finanziaria varata dal Governo, che riduce i trasferimenti, impone ai comuni il taglio del bilancio senza concertazione e non introduce elementi per la crescita economica - ha commentato il sindaco Valerio Zanni -l'impegno del comune di San Cesario va nella direzione del mantenimento della qualità dei servizi sociali, con una particolare attenzione all'ambiente, nessun aumento della pressione fiscale e interventi mirati sulle opere pubbliche».

La novità più importante riguarda il passaggio da tassa a tariffa dell'aliquota sullo smaltimento dei rifiuti solidi urbani. In questo modo si avrà una più equa suddivisione dell'imposta tra i cittadini, perché la cifra da pagare sarà calcolata non più in base ai metri quadrati delle abitazioni, bensì in virtù del numero dei componenti il nucleo familiare. Lungo l'elenco degli investimenti, tra cui spiccano: l'acquisto degli arredi per la futura scuola materna (111mila euro), la riqualificazione urbanistica del centro storico (521mila euro), la ristrutturazione di villa Boschetti (400mila euro) e la manutenzione stradale (60mila euro). Tutte queste opere, a cui va aggiunta la realizzazione dell'isola ecologica, dovrebbero essere ultimate entro il 2006.

«Non è stato facile chiudere il bilancio di quest'anno e mantenere gli impegni presi con i cittadini – ha precisato Zanni – innanzitutto a causa della nuova legge finanziaria, che ha tagliato ulteriormente le risorse da destinare agli enti locali (Per San Cesario 30mila euro in meno), nonostante questi siano stati i soggetti che più di ogni altro hanno rispettato il patto di stabilità. Inoltre, la manovra economica varata dal governo, impone al comune di San Cesario un calo della spesa corrente pari all'8%. Ciò significa tagliare le uscite di 180mila euro. Malgrado queste difficoltà – ha concluso il primo cittadino – cercheremo di mantenere inalterati gli standard dei servizi offerti alla popolazione, con particolare riferimento al sociale e all'offerta formativa nelle scuole. A questo proposito è bene ricordare che le rette per scuolabus, mensa scolastica e assistenza domiciliare, non subiranno aumenti e rimarranno tutte invariate le più importanti leve fiscali, come Ici, Tosap e addizionale Irpef, proprio per evitare di gravare ancor più sulla spesa delle famiglie, che sono già in notevole difficoltà».

Saranno invece tagliate del 50 % le risorse fino ad oggi destinate a incarichi esterni e consulenze.

Fonte http://www.emilianet.it

Per segnalazioni senzafiltro@sancesario41018.it

[01 Gennaio 2006]


redazione Senzafiltro email: senzafiltro@sancesario41018.it - scrivi segnala e la redazione Senzafiltro pubblicherà il tuo articolo